Pistoia

Geografia di Pistoia

                                                                     

Home

 

Appartamento a Pistoia

Villa in Toscana

Storia di Pistoia

Geografia di Pistoia

Mappa di Pistoia  

Cosa visitare a Pistoia

Itinerari turistici di Pistoia

La montagna Pistoiese

Leggende di Pistoia

Cucina di Pistoia e Toscana

Dove/cosa mangiare a Pistoia

Alloggiare a Pistoia

Trasporti, muoversi a Pistoia

Informazioni statistiche Pistoia

Come arrivare a Pistoia


Pistoia Apartment

General Information about Pistoia English

History of Pistoia

How to get to Pistoia

Map of Pistoia

Where to eat in Pistoia

Hostels in Italy 

Unterkunft in Toskana  

Geografia di Pistoia

Pistoia naturaPistoia circa 92.000 è una città della Toscana, capoluogo dell'omonima provincia. Altitudine m. 67 s.l.m. superficie comunale kmq. 236,7. Si trova ai margini dell'Appennino della Toscana sulla riva del torrente Ombrone. E' centro agricolo/vivaistico e dell'industria metalmeccanica. In rapido sviluppo il turismo. Il paesaggio della città quasi magico, sempre nuovo e vario, arricchito da piccoli paesini raggruppati tra di loro. Le stagioni ideali per visitare Pistoia sono l'estate, per il fresco che offrono le grandi selve di faggi e castagni, la primavera e l'autunno per le meraviglie che offre la natura.

 

Abetone invernoOltre alla città, molto bella è la collina circostante e la vicina montagna, luogo ideale per il relax, il trekking, il buon mangiare, comprende quattro comuni (San Marcello Pistoiese, Abetone, Cutigliano e Piteglio).

Il comune di Pistoia è attraversato da diversi corsi d'acqua, nessuno però di grandi dimensioni e tutti caratterizzati da un regime spiccatamente torrentizio. Il principale di essi è appunto l'Ombrone che lambisce ad ovest la città. Giunto nelle vicinanze del quartiere di San Biagio, l'Ombrone Pistoiese ha acque limpide e pulite, in grado di ospitare anche specie ittiche pregiate quali la trota fario, il vairone e lo scazzone. Tuttavia la sua portata (a volte anche eccezionale nei mesi freddi) subisce drastiche diminuzioni d'estate, a causa soprattutto di prelievi indiscriminati per fini agricoli, quindi il torrente può rimanere in secca anche per diversi mesi, con gravi danni alla fauna ittica.

Altro corso d'acqua importante è il torrente Brana, che cinge le mura della città a nord-est. Anche in questo caso il torrente giunge alle porte della città con discreta portata e acque abbastanza buone qualitativamente. Tuttavia, giunta nella zona industriale di Sant'Agostino, la Brana risente notevolmente di inquinamenti di varia natura, leggermente mitigati da un impianto di depurazione posto nei pressi della località Armacani.

La Bure nasce dal poggio dell'Acquifredola in due rami, che percorrono le valli di Santo Moro e di Baggio e si riuniscono in prossimità di Candeglia; prosegue a nord della città di Pistoia per gettarsi nel torrente Agna.

 


©Pistoia.cc