Pistoia

L'ospedale del ceppo, Pistoia 

                                                                     

 

 

Storia di Pistoia

Geografia di Pistoia

Mappa di Pistoia  

Cosa visitare a Pistoia

Itinerari turistici di Pistoia

La montagna Pistoiese

Leggende di Pistoia

Cucina di Pistoia e Toscana

Dove/cosa mangiare a Pistoia

Appartamento Vecchia Pistoia

Alloggiare a Pistoia

Trasporti, muoversi a Pistoia

Informazioni statistiche Pistoia

Come arrivare a Pistoia


General Information about Pistoia English

History of Pistoia

How to get to Pistoia

Map of Pistoia

Vecchia Pistoia Apartment

Where to eat in Pistoia

Hostels in Italy 

Unterkunft in Toskana  


 

ScriviciScrivici

Ospedale Ceppo PistoiaL’Ospedale del Ceppo, Pistoia

Risalente al 1277 anno l'Ospedale del Ceppo è storicamente luogo di accoglienza e cura a Pistoia.

Il nome deriva dal “ceppo” una parte cava di tronco d’albero dove si mettevano nel medioevo le offerte.

Nel tempo molti benefattori hanno contribuito allo sviluppo dell’ospedale. Celebri sono i fregi robbiani presenti sulla facciata vecchia (visibili nella foto). I della Robbia, discendenti della celebre famiglia di artisti di Firenze, furono difatti attivi anche a Pistoia ed è possibile vedere loro opere in San Giovanni Fuorcivitas (ceramica bianca di Luca della Robbia) e sul loggiato del Duomo (lunetta “Madonna col Bambino e Angeli" di Andrea della Robbia) .

 

Il Ceppo fu sede di una prestigiosa scuola medico-chirurgica. Interessante la sala di anatomia ubicata all’interno di un edificio nel giardino dell’ospedale. Ha la forma di un anfiteatro ovale con al centro il tavolo anatomico in marmo e ai lati due serie di banchi per gli studenti che assistevano alle lezioni. Le pareti presentano affreschi e stucchi con decorazioni geometriche e ritratti di medici illustri. Particolare la collezione di ferri chirurgici del periodo tra il XVII e il XIX secolo, oggi esposti nella Sala dell’Accademia Medica “Filippo Pacini”.

Una curiosità: si dice che il bisturi sia stato inventato proprio a Pistoia. Sempra che dal termine “pistorino” (usato per indicare un coltello sottile ed aguzzo), sia derivata la parola “bisturino” e poi “bisturì” in francese.   

 


©Pistoia.cc